Come usare meglio i nostri elettrodomestici per spendere meno

5 Lug 2018 - Risparmio ed efficienza

Come usare meglio i nostri elettrodomestici per spendere meno

Consigli pratici per consumare meno energia elettrica usando lavatrice, asciugatrice, lavastoviglie, forno, frigorifero e condizionatori.

 

Il consumo di un elettrodomestico è un dato chiaro, fornito dalla ditta costruttrice dell’apparecchio che possiamo facilmente ritrovare nell’etichetta energetica.

Se fosse così semplice capire quanto consuma un elettrodomestico non ci sarebbero problemi di sprechi e di spese eccessive per il consumo di energia. Purtroppo non è così, ci sono molti fattori che entrano in gioco quando si parla di consumo elettrico consapevole degli elettrodomestici, come ad esempio come vengono usati, con che frequenza e in quale ambiente.

Quali sono gli elettrodomestici che pesano di più in bolletta

Questi sono gli elettrodomestici che dobbiamo usare con maggiore attenzione perché è stato stimato che sono “colpevoli“per l’80% della  spesa per bolletta elettrica.

  • LAVATRICI
  • ASCIUGATRICI
  • LAVASTOVIGLIE
  • FRIGORIFERI E CONGELATORI
  • FORNI
  • PIANI DI COTTURA
  • CONDIZIONATORI ELETTRICI

etichetta energetica

Risparmiare con la lavatrice

La prima cosa da fare è verificare la classe energetica della tua lavatrice (se ha qualche anno), ricordati che i consumi di acqua ed elettricità si sono dimezzati rispetto alle lavatrici che hanno tra i 5 e i 10 anni rispetto ai modelli nuovi.

Tieni a mente che dovresti:

  • Fare la lavatrice solo a pieno carico
  • Evitare i programmi “mezzo carico” perché non producono la metà dei consumi (ma quasi il consumo di un ciclo di lavaggio normale)
  • Non usare il programma di prelavaggio (ma puoi fare un semplice ammollo)
  • Usare temperature di lavaggio medio-basse (tra i 30-60 gradi)

Risparmiare con l’asciugatrice

Ricordati che abbiamo tutti un modo per asciugare la biancheria a costo zero: asciugatura all’aria aperta, sotto i raggi del Sole. Laddove questo non sia possibile si usa un’asciugatrice.

Le asciugatrici in classe A non usano più un sistema di resistenze per scaldare gli abiti ed asciugarli, ma usano una pompa di calore che ti permette di risparmiare molta elettricità.

Il consumo elettrico per ciclo di asciugatura è sempre piuttosto elevato, quindi si può risparmiare riducendo l’utilizzo.

Risparmiare con la lavastoviglie

Dal 2011 i vecchi modelli di lavastoviglie di Classe B o Classe D non possono più essere commercializzati. Ovviamente potresti ancora avere in cucina una lavastoviglie di Classe B, quindi il primo consiglio è valutare una sostituzione con un elettrodomestico di classe energetica migliore.

Sicuramente saprai che ci sono studi scientifici che hanno evidenziato come l’uso della lavastoviglie riduca il consumo di acqua rispetto al lavaggio a mano (si parla di un risparmio del 40% di acqua).

Ecco qualche consiglio (che è sempre bene ricordare)

  • Pulire il filtro settimanalmente (il filtro ostruito fa aumentare i consumi della lavastoviglie)
  • Usare programmi di lavaggio brevi e a basse temperature (utilizzare programmi più lunghi solo per stoviglie molto sporche)
  • Usare la lavastoviglie a pieno carico
  • Se possibile disattivare il programma di asciugatura (l’asciugatura è il vero responsabile del consumo energetico della lavastoviglie, ti basterà aprire l’elettrodomestico quando le stoviglie sono ancora calde per ottenere buoni risultati di asciugatura)

 

Risparmiare con frigorifero e congelatore

La prima cosa da fare sempre è quella di controllare l’etichetta energetica e di scegliere un elettrodomestico che sia adeguato alle esigenze della tua famiglia.

Adesso cerchiamo insieme di usarlo con attenzione:

  • Posizionare il frigorifero nella zona più fresca della cucina
  • Lasciare tutto attorno ad esso uno spazio di 10 cm (per garantire una corretta ventilazione)
  • Regolare le temperature in modo che non siano troppo basse
  • Disporre i cibi lontano dalle pareti del frigorifero (così l’aria potrà circolare correttamente all’interno dell’apparecchio)
  • Non introdurre cibi caldi o tiepidi
  • Non aprire troppo spesso lo sportello del frigorifero

 

Risparmiare con il forno elettrico

Il forno è uno degli elettrodomestici che consuma più energia elettrica. Se ami cucinare e usi spesso il forno per alleggerire i consumi ti basterà

  • Usare un forno ventilato,
  • Non aprire troppo spesso lo sportello del forno e
  • Spegnere il forno qualche minuto prima della fine della cottura (sarà il calore residuo a completare il lavoro)
  • Non usare il preriscaldamento (dove è possibile)

 

Risparmiare con i piani di cottura ad induzione

Per i piani di cottura ad induzione il discorso è totalmente a parte.

Di solito si parla di case di nuova costruzione nelle quali il piano ad induzione, seppur necessitando di maggiore energia elettrica per il suo funzionamento, risulta la scelta d’elezione per l’abbandono del collegamento alla fornitura di gas.

Si tratta quindi di case che usano energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili (come pannelli fotovoltaici) per tutti i consumi domestici (dal condizionamento alla cucina).

Case che si possono considerare autonome per quanto concerne il consumo di energia elettrica.

 

Il primo consiglio è quello di sempre: controllare l’etichetta energetica e le tue esigenze.

  • Collocare correttamente l’unità esterna (questo lo farà il tuo professionista di fiducia)
  • Regolare la temperatura 3-5 gradi inferiore a quella esterna
  • Usare la programmazione

Ti sono sembrati consigli banali? Ma sei sicuro di metterli davvero tutti in pratica? Controlla le tue abitudini e verifica i tuoi risparmi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *